Menu

Stile in costante evoluzione: intervista a Giuseppe Camuncoli

Il Comicon 2017 è stata l’occasione per intervistare Giuseppe “Cammo” Camuncoli, ripercorrendo le tappe della sua carriera e appronfondendone lo stile in costante evoluzione. Giuseppe Camuncoli ha lavorato, nel corso degli anni, sia con DC Comics, per le serie Hellblazer e Swamp Thing (editi sotto l’etichetta Vertigo), che con Marvel, realizzando i disegni per le collane The Amazing Spider-Man e The Superior Spider-Man.

Stile in costante evoluzione: dalla passione al lavoro

 


“Cammo” inizia a disegnare in tenera età, animato dal fuoco della passione, ispirandosi non solo ai supereroi, ma anche ai personaggi dei cartoni animati, soprattutto ai mecha, tipici dell’animazione giapponese. Frequentando un corso serale di fumetto, incontra Matteo Casali, con cui fonderà lo studio Innocent Victim. La vera svolta per la sua carriera arriva, però, al San Diego Comic-Con, la fiera fumettistica per antonomasia: le sue abilità di disegnatore vengono notate e, nel 2000, inizia la sua collaborazione con DC Comics, sulle testate Hellblazer e Swamp Thing.

La passione ed il divertimento del realizzare fumetti, secondo quanto affermato dall’artista italiano, non si sono mai affievoliti: nonostante la grande notorietà raggiunta, nonostante le tante problematiche lavorative, deadline in primis, il disegno riesce ancora a donargli lo stesso piacere di sempre, quasi come se fosse il primo giorno in cui ha posato la matita sulla carta.

Tanti sono stati gli autori che hanno influenzato lo stile di Camuncoli: Frank Miller, con “Il Ritorno del Cavaliere Oscuro”, Hugo Pratt, con il suo Corto Maltese, Moebius, Mignola, Jim Lee, e la lista sarebbe lunghissima. Ma qualsiasi disegnatore, anche un esordiente, può diventare una fonte di ispirazione, e questo pone un obbligo per chiunque voglia lavorare nel mondo del fumetto: quello di guardarsi intorno, di rimanere sempre aggiornati, perché un artista ha uno stile in costante evoluzione, e deve assorbire tutto ciò che è innovazione.

Videogame: un universo affascinante

 

Nonostante non possa definirsi un videogiocatore incallito, nonostante le sue ultime esperienze videoludiche risalgano a Golden Axe ed Altered Beast, Giuseppe Camuncoli definisce questo media “affascinante” e capace di fornire tantissimi spunti anche per chi, come lui, fa il fumettista di mestiere. Uno dei titoli che hanno letteralmente colpito l’artista reggiano è stato Horizon Zero Dawn: “il titolo di Guerrilla Games, da un punto di vista grafico, dell’ambientazione, del character design, dei dettagli, è strepitoso!”, queste sono le parole usate da Camuncoli, che ha anche realizzato una sua illustrazione di Aloy, protagonista del titolo, in occasione del rilascio della celebre esclusiva PlayStation.

Salva

Nasce a Torre del Greco nei favolosi anni 80, e scopre sin da subito le sue due grandi passioni: la musica e i videogiochi, e decide di coltivarle entrambe. Anni dopo scopre il giornalismo, e dopo aver scritto per diversi siti web, crea Nerdmonday.

Nasce a Torre del Greco nei favolosi anni 80, e scopre sin da subito le sue due grandi passioni: la musica e i videogiochi, e decide di coltivarle entrambe. Anni dopo scopre il giornalismo, e dopo aver scritto per diversi siti web, crea Nerdmonday.

No comments

Lascia una risposta

Da non perdere

Intervista a Daniele Fabbri

Non dimenticare nulla di importante