Menu

Follia Dear Father: un horror tutto italiano

In occasione dell’edizione 2016 del Videogameshow di Napoli abbiamo avuto modo di testare un gioco di nome Follia Dear Father, un gioco interamente ideato e sviluppato da un team tutto italiano, anzi, campano, di nome Real Game Machine. Le versioni disponibili presso l’elegante stand allestito per presentare il gioco ai gamer erano due: una versione giocabile “pad alla mano” e un’altra adattata per HTC Vive.

Come abbiamo già precedentemente scritto, le impressioni avute sono state molto positive, nonostante il gioco sia ancora in alpha. Quello che ci interessava maggiormente era scoprire qualcosa in più sulle menti che hanno progettato e dato vita a Follia Dear Father, nonché qualche immagine da poter mostrare. Ecco qui tutto ciò che c’è da sapere, sia su Follia che sui due fondatori di Real Game Machine.

Follia Dear Father: un sogno diventato realtà

 

Follia Dear Father è il sogno di 2 sviluppatori italiani, che volevano creare qualcosa di nuovo ed interessante:
Mirko Scarici ed Alfonso Prota, entrambi di origini campane, che iniziarono a dedicarsi al loro sogno nel 2015.
Per l’inizio dello sviluppo del loro primo titolo, cercarono inizialmente supporto tramite le piattaforme Kickstarter ed Indiegogo dove iniziarono a suscitare l’interesse internazionale per il loro prodotto, indipendente ed italiano.
Le campagne vennero successivamente interrotte quando la società che detiene il marchio Steve Jobs si interessò a questo progetto, scorgendone il potenziale.

Con l’accordo tra il nuovo sponsor ed i due sviluppatori, si iniziò lo sviluppo effettivo del titolo, che alla fine del 2015 è stato anche approvato, in tempi record, su Steam Greenlight; questo evento ha assicurato la pubblicazione del titolo sulla piattaforma digitale per Pc. Tutti questi fattori hanno portato alla costituzione di Real Game Machine, società che , attualmente, rappresenta la volontà dei due ragazzi, e dello sponsor che ha creduto in loro, di realizzare prodotti videoludici all’altezza delle aspettative. Altre soddisfazioni sono arrivate tramite le votazioni su IndieDB per “Indie of the Year 2016”, dove, nella fase selettiva, Follia Dear Father ha raggiunto la 19esima posizione su oltre 38mila partecipanti, presentando unicamente del materiale video.

Cosa ci aspetta in Follia Dear Father?

 

Follia Dear Father è un survival horror in prima persona, con una forte componente psicologica. Attualmente lo sviluppo del titolo è in fase alpha, e la demo provata in occasione del Videogameshow rappresenta uno spaccato alternativo dalle vicende di gioco.

Ci siamo trovato a vestire i panni di Travis, un amico del protagonista, che si trova in una situazione disperata in seguito agli eventi principali della trama. Questo punto di vista vi permetterà, oltre ad avere un primo assaggio degli avvenimenti che verranno trattati nella versione finale del titolo, e di capire cosa sia successo a questo personaggio direttamente legato al protagonista.

Restate in attesa di ulteriori news sul gioco e, per tenere a bada l’hype, gustatevi questa gallery di immagini in-game:

Nasce a Torre del Greco nei favolosi anni 80, e scopre sin da subito le sue due grandi passioni: la musica e i videogiochi, e decide di coltivarle entrambe. Anni dopo scopre il giornalismo, e dopo aver scritto per diversi siti web, crea Nerdmonday.

Nasce a Torre del Greco nei favolosi anni 80, e scopre sin da subito le sue due grandi passioni: la musica e i videogiochi, e decide di coltivarle entrambe. Anni dopo scopre il giornalismo, e dopo aver scritto per diversi siti web, crea Nerdmonday.

No comments

Lascia una risposta

Da non perdere

Intervista a Daniele Fabbri

Non dimenticare nulla di importante