Menu

I voti di Mafia III non soddisfano Take-Two

Oltre a confermare che Grand Theft Auto V ha piazzato circa 70 milioni di copie, il CEO di Take-Two Strauss Zelnick ha parlato, durante un consiglio di amministrazione, anche dei voti che Mafia III ha ricevuto e delle possibili remasters in cantiere.

Il tema più importante è stato quello sui voti di Mafia III, che non hanno soddisfatto la compagnia. Zelnick ha riferito che i voti sono notevolmente più bassi rispetto a ciò che l’azienda sperava. Ma allo stesso tempo, ha osservato che il titolo sta vendendo molto bene: ha infatti venduto circa 4,5 milione di copie nella prima settimana di settembre, un nuovo record per 2K Games.

“In termini di recensioni e di punteggi notiamo una certa anomalia”, ha spiegato Zelnick. “I punteggi sono stati inferiori di come avremmo voluto. Ma ci sono anche un sacco di recensioni stellari. Penso che ai recensori più importanti sia piaciuto il gioco e che abbiano tutto sommato riconosciuto il valore di Mafia III: la storia, lo stile, i personaggi hanno creato comunque uno stato d’eccitamento molto elevato nel mercato odierno. Quindi penso che noi e i nostri concorrenti stiamo vedendo, in alcuni casi, alcune anomalie nel sistema di valutazione, ma ne prendiamo atto, lo accettiamo e non discutiamo questo sistema”.

Durante il meeting, un analista ha chiesto a Zelnick il suo pensiero sull’eventuale rilascio di più remasters dei loro giochi e se questa fosse un‘idea che Take-Two avrebbe preso in considerazione in seguito al lancio di BioShock: The Collection:

“Potenzialmente sì”, ha risposto. “Ogni volta che abbiamo qualcosa che va bene o non va bene il nostro processo decisionale prende varie strade, ma nello specifico non abbiamo nulla da annunciare al momento. La buona notizia è che abbiamo un ricco tesoro di proprietà intellettuale e sicuramente ci saranno molti progetti che un giorno usciranno sul mercato, ma niente da annunciare ora.

fonte: Gamespot

Laureato in Lettere Moderne, appassionato di videogiochi ormai da tanto, troppo tempo. Il suo genere preferito è il survival horror. Adora la saga di Silent Hill

Laureato in Lettere Moderne, appassionato di videogiochi ormai da tanto, troppo tempo. Il suo genere preferito è il survival horror. Adora la saga di Silent Hill

No comments

Lascia una risposta

Da non perdere

Intervista a Daniele Fabbri

Non dimenticare nulla di importante