Menu

Red Dead Redemption 2: trailer breve ma va bene così

Alle ore 17 di oggi, 20 ottobre 2016, Rockstar Games ha pubblicato il trailer presente qui in alto, nel quale vengono mostrate alcune fasi di gioco di Red Dead Redemption 2. Il video dura davvero poco, circa un minuto e una decina di secondi, ma a noi, tutto sommato, sta bene così. Dopo avervi spiegato nell’articolo di ieri perché l’hype generatosi su questo annuncio, nonostante non si sia visto nulla del gioco, fosse del tutto giustificato, non possiamo rinnegare il nostro pensiero: Red Dead Redemption 2 c’è ed è l’unica cosa che conta.

Il trailer mette in mostra comunque le potenzialità di un titolo che promette scintille. La nostra previsione l’abbiamo fatta: Red Dead Redemption 2 sarà un gioco quasi da 10, uno dei videogiochi che daranno lustro, insieme a Uncharted 4, all’attuale generazione di console. Come facciamo a saperlo? Non lo sappiamo, infatti, ma il lavoro di encomiabile fattura che spesso accompagna le produzioni Rockstar non ci fa pensare altro che a un prodotto finale molto vicino alla perfezione.

Il video uscito qualche minuto fa ci mette di fronte a scenari ricostruiti con molta cura: l’aspetto tecnico sarà senza dubbio uno dei motivi che avvicineranno RDR2 al gotha dei videogiochi, ma non si vive di sola grafica e da questo punto di vista, puntiamo forte sulle capacità di Rockstar Games di sfruttare le risorse a disposizione per mettere in piedi contesti sempre più realistici e, allo stesso tempo, divertenti e appaganti da giocare. Se nel primo Red Dead Redemption la sensazione era quella di trovarci davvero in un film western, crediamo proprio che nel seguito si farà ancora più sul serio.

Se un trailer di poco più di un minuto non vi sembra abbastanza, vi assicuriamo che basta la scena finale, in cui sette uomini a cavallo si perdono nell’orizzonte, per convincerci della bontà del progetto di Rockstar. Ogni singolo frame del trailer trasuda selvaggio West, polvere calpestata da fuorilegge pronti al prossimo colpo in banca e pallottole che sfiorano di pochi centimetri il cuore dei protagonisti di un duello.

Il trailer dura poco? Sarà più bello scoprire il resto del gioco quando sarà tra le nostre mani. Purtroppo dovremo ancora attendere un mese autunnale del 2017.

Laureato in Lettere Moderne, appassionato di videogiochi ormai da tanto, troppo tempo. Il suo genere preferito è il survival horror. Adora la saga di Silent Hill

Laureato in Lettere Moderne, appassionato di videogiochi ormai da tanto, troppo tempo. Il suo genere preferito è il survival horror. Adora la saga di Silent Hill

No comments

Lascia una risposta

Da non perdere

Intervista a Daniele Fabbri

Non dimenticare nulla di importante