Menu

Registrato il marchio di Fallout: New Orleans

Il marchio di Fallout: New Orleans è stato registrato da Bethesda. Nuovo capitolo della serie post-apocalittica ambientato nella città della Louisiana in arrivo? Non è detto, chiariamolo subito. Non ci sono informazioni precise riguardo a quello che potrebbe essere, ma recentemente è stato registrato il marchio Fallout: New Orleans. Un nuovo gioco, certo, ma potrebbe trattarsi anche di una registrazione “preventiva” per progetti molto remoti. Quel che è certo è che c’è anche il logo ufficiale, quindi, un nuovo prodotto legato alla celebre serie Bethesda sembrerebbe essere in cantiere.

registrato il marchio di Fallout: New Orleans

Proprio ieri è stato presentato il nuovo DLC di Fallout 4, Nuka World, ma la registrazione di questo marchio attira maggiormente l’attenzione. Il marchio è stato registrato sul mercato europeo, presso l’European Intellectual Property Office, però ciò che c’è dietro a Fallout: New Orleans è ancora tutto da scoprire. Come già detto precedentemente, non è da escludere che possa essere una manovra per tenere nel ghiaccio la bottiglia di champagne da stappare nel momento giusto. Il momento giusto, però, potrebbe essere molto lontano. Gli appassionati di Fallout e di tutto l’universo Bethesda sono comunque già felici così. Anche uno spin-off in pieno stile New Vegas, come accaduto con Fallout 3, non verrebbe certo rimandato indietro.

Altra ipotesi, forse meno suggestiva, ma comunque valida, potrebbe farci credere che New Orleans possa essere un prodotto molto diverso da quelli a cui siamo abituati, magari una digressione nel mondo mobile.

Fonte: Multiplayer

Laureato in Lettere Moderne, appassionato di videogiochi ormai da tanto, troppo tempo. Il suo genere preferito è il survival horror. Adora la saga di Silent Hill

Laureato in Lettere Moderne, appassionato di videogiochi ormai da tanto, troppo tempo. Il suo genere preferito è il survival horror. Adora la saga di Silent Hill

No comments

Lascia una risposta

Da non perdere

Intervista a Daniele Fabbri

Non dimenticare nulla di importante