Menu

Il nuovo videogioco di Kojima sarà un action

Ancora brucia la cancellazione di Silent Hills, la serie sarebbe potuta tornare ai vecchi fasti o avrebbe potuto vivere una seconda giovinezza grazie al lavoro combinato di Hideo Kojima e Guillermo Del Toro. Konami così non ha voluto. Ancora brucia il fatto che la saga di Metal Gear Solid sembra essere destinata all’archiviazione, ma dobbiamo farcene una ragione. Ciò che è certo, però, è che Kojima non si trova su qualche isola caraibica a sorseggiare un mojito, stando con le mani in mano. Il nuovo videogioco di Kojima vedrà la luce e il designer giapponese è uscito allo scoperto annunciando importanti novità.

Il nuovo videogioco di Kojima sarà un action?

 

Come ben saprete, il maestro Kojima si è unito al team Sony Interactive Entertainment. Stando alle sue parole, il prossimo titolo che uscirà dalla mente del padre di Metal Gear farà felici i fans di Uncharted e The Division. Sarà quindi un action? The Division ha peculiarità molto diverse da un semplice action, quindi, se è stato nominato ci sarà un motivo ben valido. Oltretutto Kojima si è lasciato anche sfuggire il fatto che il suo nuovo videogioco non sarà un open world. Ecco le sue dichiarazioni complete:

“Si tratta di un titolo davvero stupefacente, dalla trama, ai personaggi, al sistema di gioco. Sto valutando equamente ogni singolo elemento del progetto. Alcune parti sono veramente innovative e ho bisogno dunque di metterle alla prova. Non sarà esattamente un open world, ma coloro che apprezzano gli odierni giochi tripla A come The Division e Uncharted non avranno alcun tipo di problema. Quando verrà annunciato potrà cogliere un po’ alla sprovvista, ma sono certo che, una volta provato, tutto apparirà chiaro”.

L’ultima frase potrebbe preoccupare, ma conoscendo Kojima possiamo affermare che essere colti alla sprovvista da lui sarà senza dubbio una piacevole sorpresa. Attendiamo speranzosi ogni tipo di novità o indiscrezione riguardo al nuovo videogioco di Kojima.

Laureato in Lettere Moderne, appassionato di videogiochi ormai da tanto, troppo tempo. Il suo genere preferito è il survival horror. Adora la saga di Silent Hill

Laureato in Lettere Moderne, appassionato di videogiochi ormai da tanto, troppo tempo. Il suo genere preferito è il survival horror. Adora la saga di Silent Hill

No comments

Lascia una risposta

Da non perdere

Intervista a Daniele Fabbri

Non dimenticare nulla di importante