Menu

Luis Quiles: intervista all’artista spagnolo

Luis Quiles è un artista spagnolo che attraverso i suoi disegni denuncia i mali, le incongruenze e le debolezze della società. I suoi lavori sono tra i più condivisi dai giovani sui social network, quegli stessi social che Luis Quiles ridicolizza e mostra per quel che sono, strumenti eccezionali, per carità, per la loro immediatezza, per la loro capacità di “globalizzare”, ma anche mezzi di comunicazione distorta.

Il nome d’arte di Luis Quiles è Gunsmithcat, uno pseudonimo nato su Deviantart, e sembra paradossale il fatto che le sue opere vengano condivise soprattutto sui social, ma la denuncia della società contemporanea attraverso immagini forti e d’impatto, questo l’obiettivo di Luis Quiles, viaggia inesorabile su questi nuovi media. I disegni dell’artista spagnolo non sono adatti a persone che chiudono gli occhi davanti alle tante nefandezze del mondo moderno, perché Quiles le sbatte in faccia con estrema violenza, con una forza che si sprigiona come fosse un anatema.

Luis Quiles: l’arte della denuncia

 

Innumerevoli le sue battaglie e i temi trattati: dallo sfruttamento all’omofobia, dalla droga alla guerra. Il razzismo, la povertà di alcune zone del mondo , le contraddizioni del mondo ecclesiastico, il sesso come mezzo per ottenere ciò che si desidera, si potrebbe andare avanti all’infinito per raccontare a parole il lavoro di Luis Quiles. Le parole però non bastano, anzi, le illustrazioni dissacranti e provocatorie del disegnatore sono molto più eloquenti. Tra le sue battaglie, come detto, anche la lotta contro il mondo attuale della comunicazione, che porta ad isolarsi. Arte, denuncia sociale, Luis Quiles è entrambe le cose, le fonde in maniera magistrale. I suoi lavori sono una gioia per gli occhi, ma allo stesso tempo uno schiaffo dato con veemenza. Con le sue opere si può ridere di gusto, ma dopo pochi secondi il riso inizia ad assumere un retrogusto amaro.

Abbiamo incontrato Luis Quiles al Comicon 2016 e gli abbiamo chiesto dettagli importanti sul suo modo di disegnare e, quindi, di analizzare il mondo attraverso le sue opere. Il video è posto in alto. Cliccando qui potete visitare la sua pagina di Deviantart dove sono pubblicati i suoi disegni.

Laureato in Lettere Moderne, appassionato di videogiochi ormai da tanto, troppo tempo. Il suo genere preferito è il survival horror. Adora la saga di Silent Hill

Laureato in Lettere Moderne, appassionato di videogiochi ormai da tanto, troppo tempo. Il suo genere preferito è il survival horror. Adora la saga di Silent Hill

No comments

Lascia una risposta

Da non perdere

Intervista a Daniele Fabbri

Non dimenticare nulla di importante