Menu

Uncharted 4: i voti della stampa internazionale

Diciamolo subito, per Uncharted 4 c’è stato un vero e proprio plebiscito sulla stampa internazionale. Uncharted 4 ha ricevuto i primi voti su siti stranieri, infatti, le testate internazionali hanno potuto mettere le mani da un bel po’ di tempo su una copia dell’attesissimo quarto capitolo della serie Naughty Dog e oggi sono state pubblicate le prime recensioni, visto che la data della fine dell’embargo è proprio oggi. Un trionfo, un’apoteosi. Uncharted 4 ha ricevuto solo voti lusinghieri, che mostrano un gioco praticamente perfetto.

Praticamente tutti, fin dal primo trailer, si aspettavano un gioco memorabile, un capolavoro (attese a volte che rischiano di deludere i giocatori, non perché i giochi siano poi davvero sottotono, ma perché l’hype gioca brutti scherzi) e a quanto pare sarà davvero così. Ecco alcuni voti:

Su Gamespot, uno dei siti specializzati più noti e visitati, il titolo ha preso addirittura 10, lo stesso voto che è stato messo da PlayStation LifeStyle, PlayStation Universe, CGMagazine, MeriStation, Good is a Geek e Gamingbolt. Insomma, tutti concordi nel dire che Uncharted 4 è davvero un gioco eccezionale sotto tutti i punti di vista. Su Destructoid il gioco si è aggiudicato 9.5, mentre su Polygon ha preso 9, quindi, voti che rasentano la perfezione. Vedremo se in Italia ci sarà la stessa accoglienza, ma noi non abbiamo molti dubbi.

I termini più usati sono: masterstroke (colpo magistrale), never looked better (mai visto di meglio), nigh on flawless (pressoché impeccabile), breathtaking (mozzafiato) e si potrebbe continuare all’infinito. Ricordiamo che il gioco uscirà in Italia il 10 maggio.

Laureato in Lettere Moderne, appassionato di videogiochi ormai da tanto, troppo tempo. Il suo genere preferito è il survival horror. Adora la saga di Silent Hill

Laureato in Lettere Moderne, appassionato di videogiochi ormai da tanto, troppo tempo. Il suo genere preferito è il survival horror. Adora la saga di Silent Hill

No comments

Lascia una risposta

Da non perdere

Intervista a Daniele Fabbri

Non dimenticare nulla di importante