Menu

Copie di Uncharted 4 rubate da un camion

Nei film d’azione siamo abituati a vedere scene di assalti ai furgoni portavalori. Sequenze adrenaliniche dove bande di delinquenti pronti a tutto cercano di portare a termine il colpo della loro vita. Ciò che è successo nel Regno Unito, probabilmente, sarà stato meno scenografico, ma crea comunque un certo effetto. I videogiochi sono diventati quasi un bene di prima necessità per alcune persone. Possibile che non si riesca ad aspettare il day one di un gioco con calma e pazienza? A quanto pare no.

Nel Regno Unito un camion che trasportava copie di giochi e film, tra cui il tanto atteso Uncharted 4, in uscita il 10 maggio, è stato svuotato del suo contenuto, le copie di Uncharted 4 erano il bersaglio di questi “pirati”. Già, da oggi il termine pirata avrà un nuovo significato. Altro che scaricare illegalmente un videogioco, rubarlo da un camion che li consegna è meglio, almeno la copia sarà originale. La società giapponese Sony ha dichiarato che l’assalto al camion è stata violenta, ma non ci è dato sapere se ci siano stati feriti.

Di questa aggressione sono state fornite pochissime informazioni, infatti, non si conoscono né luogo preciso né l’orario. Si sa solo che copie di Uncharted 4 sono state rubate da questo camion addetto alla consegna. Ma se l’uscita è il 10 maggio perché il camion trasportava queste copie? Semplice. Il day one nel Regno Unito è stato rotto con alcune settimane d’anticipo. Sony sta dando una mano alla polizia locale per venire a capo della situazione.

Nathan Drake si mette sempre nei guai per andare alla ricerca di cimeli preziosi e tesori, ma i fans britannici dell’avventuriero forse hanno un po’ esagerato. Non c’è da escludere che, in realtà, chi ha commesso il furto non lo abbia fatto per la spasmodica attesa dell’uscita del gioco, ma che abbia l’intenzione di rivendere le copie rubate su Ebay.

Laureato in Lettere Moderne, appassionato di videogiochi ormai da tanto, troppo tempo. Il suo genere preferito è il survival horror. Adora la saga di Silent Hill

Laureato in Lettere Moderne, appassionato di videogiochi ormai da tanto, troppo tempo. Il suo genere preferito è il survival horror. Adora la saga di Silent Hill

No comments

Lascia una risposta

Da non perdere

Intervista a Daniele Fabbri

Non dimenticare nulla di importante