Menu

Adventure Time in stop motion presentato al Comicon 2016

Adventure Time in stop motion è stato presentato al Comicon 2016, dove è stato possibile visionare un episodio della serie animata prodotto con la tecnica della stop motion. Adventure Time è una serie televisiva d’animazione creata da Pendleton Ward e prodotta per Cartoon Network. Il protagonista Finn vive straordinarie avventure, di quelle che ricordano un po’ i classici giochi di ruolo a noi tanto cari, insieme all’amico-cane Jake, dotato di poteri magici. I due protagonisti e gli altri personaggi si muovono in un contesto che di ironico avrebbe ben poco (la Terra di Ooo devastata, prima dei fatti narrati, da una guerra nucleare i cui segni si avvertono ancora) se non fosse per il taglio a tratti demenziale che il cartone possiede.

adventure time in stop motion

Le espressioni di Finn sono sempre spassose

La serie animata è diventata poi anche un fumetto. L’8 febbraio 2012, infatti,  KaBOOM! Studios lanciò una serie di albi a fumetti online dedicati alla serie. Scritti da Ryan North e disegnati da Shelli Paroline e Braden Lamb, i fumetti di Adventure Time hanno ricevuto un riscontro eccezionale da parte di pubblico e critica. Anche l’industria dei videogiochi non è rimasta a guardare seppur con risultati meno esaltanti. Nel 2013 uscì Adventure Time: Esplora i sotterranei perché… ma che ne so! (il titolo merita) per PS3, Xbox One e WiiU, mentre nel 2015 è stata la volta di  Adventure Time: Finn e Jake detective per le console dell’attuale generazione.

Adventure Time in stop motion al Comicon 2016

 

Durante la XVIII edizione del Comicon che si è tenuta dal 22 al 25 aprile 2016, è stato presentato il primo episodio in stop motion di Adventure Time. Sabato 23 aprile, presso l’Auditorium, una folta folla di grandi e piccoli fans della serie ha potuto assistere all’episodio pilota di Adventure Time in stop motion.

La visione della puntata è stata preceduta da due episodi di The Editor is in, una serie a episodi in live-action e animazione che racconta la movimentatissima realtà quotidiana di un editor alle prese con collaboratori davvero eccezionali. I 6 episodi che formano la prima stagione della serie andranno in onda prossimamente su Sky Arte HD (canali 120 e 400 della piattaforma Sky); l’Editor è interpretato dall’attore trevigiano Alex Cendron, il quale, in ogni puntata, si trova a colloquio con un personaggio dei fumetti Bonelli rigorosamente in versione fumetto.

adventure time in stop motion

BMO, Jake, Finn e la Principessa dello Spazio Bitorzolo

Ma, tornando ad Adventure Time in stop motion, possiamo affermare che l’esperimento è riuscito. La trama dell’episodio che abbiamo potuto vedere al Comicon 2016 era molto semplice, come da tradizione per la serie, ricca di momenti nonsense ma con una chiarissima verve comica. I protagonisti di questo episodio erano Finn, Jake, BMO (console per videogiochi senziente e con il quale Jake e Finn giocano quando si annoiano) e PSB, la Principessa dello Spazio Bitorzolo. I quattro amici scoprono che sta per arrivare una tempesta in grado di spazzare via qualsiasi cosa e, così, dopo attimi di panico, decidono di darsi da fare e costruire un bunker. Finn, BMO e PSB lavorano sodo, mentre, Jake rimane in disparte senza piantare neanche un chiodo, pur asserendo di essere molto impegnato in un lavoro importantissimo. Il bunker viene ultimato, ma cresce il malcontento visto il poco impegno di Jake.

adventure time in stop motion

Il bunker è terminato. La stop motion crea un bell’effetto “lucido”

La tempesta sopraggiunge e riesce a entrare a causa di un cedimento del bunker (per il quale viene incolpato proprio Jake). L’uragano si dimostra a tutti gli effetti come un personaggio senziente in grado di parlare e ragionare, ma pieno di negatività, la stessa negatività che sta per prendere il sopravvento nel bunker. A questo punto Jake svela a cosa stesse ”lavorando”. Il cane inizia a fischettare riproducendo il canto degli uccelli facendo svanire la negatività che permeava l’ambiente e l’animo della tempesta, la quale decide di tornare indietro.

 

Una gradita novità?

 

Alla fine della proiezione è intervenuto anche Sio, il quale ha risposto alle domande del pubblico, ha commentato ciò che è stato mostrato e ha parlato di come i suoi disegni siano stati influenzati da Adventure Time.

adventure time in stop motion

Jake si gode la natura

Che dire di questo episodio in stop motion di Adventure Time? Bisogna ammettere che il ritmo è sembrato meno incalzante rispetto a quelli a cui i fans della serie sono abituati. Non ci sono situazioni perenni di pericolo, combattimenti e le arti magiche dei personaggi che ne sono muniti non intervengono mai; oltretutto, il finale è parso abbastanza retorico. Tutto sommato, però, l’episodio ci ha divertito ed è sembrato un buonissimo inizio per portare al successo Adventure Time in stop motion. Le animazioni in stop motion si avvalgono di personaggi e fondali ricostruiti con materiale plastico o di altro genere per poi essere “impressionati” un fotogramma alla volta. Ogni fotogramma è diverso dall’altro, producendo così la tecnica del passo uno, anche detta, appunto, stop motion.

Se la simpatia dei personaggi e le scene spassose a cui la serie ci ha abituati rimarranno invariati, la serie in stop motion non potrà che essere accolta con entusiasmo. Adventure Time non appare mai stupido nonostante alcuni botta e risposta potrebbero sembrare fin troppo nonsense, è una visione caricaturale dei poemi epici che abbiamo studiato al liceo, di quei videogames in cui fieri andiamo a liberare i dungeons da ogni tipo di minaccia. La visione di un episodio della serie è un ottimo metodo antidepressivo.

Laureato in Lettere Moderne, appassionato di videogiochi ormai da tanto, troppo tempo. Il suo genere preferito è il survival horror. Adora la saga di Silent Hill

Laureato in Lettere Moderne, appassionato di videogiochi ormai da tanto, troppo tempo. Il suo genere preferito è il survival horror. Adora la saga di Silent Hill

No comments

Lascia una risposta

Da non perdere

Intervista a Daniele Fabbri

Non dimenticare nulla di importante