Menu

I titoli perduti di Blizzard e Microsoft

Per la rubrica “I predatori del gioco perduto”, stavolta parleremo di due videogiochi cancellati, rispettivamente prodotti da Blizzard e Microsoft: Warcraft Adventures, cancellato ufficialmente nel Maggio del 1998, e Marvel Universe Online, cancellato invece nel Febbraio del 2008, a quasi dieci anni di distanza dal titolo Blizzard.
Andiamo a ripercorrere le storie travagliate dei due sfortunati titoli.

Warcraft Adventures: Lord of the clans

 

Un primo esperimento di avventura grafica realizzato nel mondo di Warcraft, piena zeppa di black humor e con oltre 20 minuti di cutscenes animate realizzate da Animation Magic (casa di animazione e sviluppo fallita nel 2001, autori dei mediocri e dimenticabili capitoli di Zelda per CD-i: “Link: The Faces of Evil” e “Zelda: The Wand of Gamelon”).
A titolo praticamente ultimato, Blizzard non è convinta della solidità di struttura di gameplay e puzzle ed ingaggia a tal proposito Steve Meretzky (The Hitchhiker’s Guide to the Galaxy, Leather Goddesses of Phobos).

A causa di tale restyling, costringono l’azienda a bucare la deadline prevista, facendo uscire il gioco non più in corrispondenza con Curse of Monkey Island, ma costringendolo ad una competizione senza speranza con Grim Fandango, dove il gioco Blizzard avrebbe mostrato tutte le sue lacune, convincendo la casa di produzione a cancellare il progetto.

Tuttavia la Blizzard ritenne comunque il progetto degno di vedere la luce, decide di riciclare la storia per un romanzo (Warcraft: Lord of the Clans, di Christie Golden) e riserva a Thrall, il suo protagonista, un ruolo fondamentale in Warcraft III: Reign of Chaos e World of Warcraft.

Marvel Universe Online

 

Per una manciata di mesi ha rischiato di divampare, in seno alla console war, la battaglia sui due grandi universi fumettistici occidentali.

Da una parte PS3, con il suo DC Universe Online e dall’altra Xbox 360, con Marvel Universe Online. Cryptic Studios pianifica non solo un universo che ripercorra i 60 anni della casa fumettistica, ma anche i fumetti e gli anni a venire, tutto troppo bello per durare ed, infatti, non è durato.

Marvel e Microsoft si prendono a capelli e, nel Febbraio del 2008, annunciano la cancellazione di Marvel Universe Online.

Senza scomporsi più di tanto, Cryptic Studios ricicla il lavoro svolto, realizzando “Champions Online” e si spera che, in virtù dell’accordo decennale fra Marvel e Gazillion Entertainment, quest’ultima casa di sviluppo riesca prima o poi a sfornare un MMO degno di nota per console e PC, dopo aver sfornato giochini per ragazzini come Marvel Super Hero Squad.

Marco Battiato
Laureato in Agraria, sommelier e appassionato di videogiochi dall’età di 5 anni.
I suoi generi preferiti sono FPS, giochi di guida e action-adventure.

Marco Battiato
Laureato in Agraria, sommelier e appassionato di videogiochi dall'età di 5 anni. I suoi generi preferiti sono FPS, giochi di guida e action-adventure.

No comments

Lascia una risposta

Da non perdere

Intervista a Daniele Fabbri

Non dimenticare nulla di importante