Menu

Le eventuali conseguenze di una PS4K

Prima di incominciare è bene fare una importante premessa. Tutto ciò che riguarda PS4.5 è solo ed esclusivamente frutto di rumor ed indiscrezioni che, anche se sempre più insistenti, non sono ancora stati confermati o smentiti. Gli scenari che si dipingono e le parole utilizzate nell’articolo sono da intendersi solo ed esclusivamente se questi rumor diventassero realtà. Se Sony rilascerà una PS4 aggiornata con un lettore blu ray ultra HD, ciò che leggerete, almeno fino alla parte dove ci sono riferimenti legati a cosa è stata fino ad ora l’attuale generazione di console, rimarranno solo dubbi e preoccupazioni mal riposte di chi scrive.

PS4K è la grande truffa di Sony?

 

Di rumor riguardanti la PS4K ormai si è perso il conto. Tra questi, gli ultimi di ieri, sono i più inquietanti. La nuova versione di PS4 non solo sarebbe in grado di fare l’upscaling dei giochi a 4K ma, come temevamo, potrebbe vantare importanti Killer App in esclusiva. Si parla dell’ormai prossimo annuncio di God of War IV e di Deep Down, uno dei titoli più attesi dai possessori di PS4. Entrambi i titoli sfrutterebbero la GPU due volte più potente di questa nuova macchina ed inutile dirlo, girerebbero molto peggio sulla Playstation 4 canonica e non sarebbero soli ma i primi di una lunga serie.

Per tutti coloro che pensano che Sony sia “il buon samaritano” dell’industria videoludica arriva una pesante smentita: per adesso, sempre secondo le indiscrezioni, non sarebbe prevista alcuna politica di cambio console vecchia per quella nuova con differenza in danaro. Sorpresa!
Perché siamo arrivati al quarto articolo sulla questione PS4K? Anzitutto perché Sony non sta smentendo nulla, anzi i rumor si stanno moltiplicando, ma soprattutto perché ci potremmo trovare di fronte, senza mezzi termini, alla più grande frode della storia videoludica. Frode perché 40 milioni di persone hanno dato fiducia a Sony ed ora potrebbero vedere la loro console finire nell’obsolescenza più totale senza aver visto nemmeno un’esclusiva di peso girare su di essa.

Sì signori, le console sono sempre state una gran cosa: hanno permesso a giocatori di tutte le età, diverso livello di competenza e di tutte le estrazioni socio-economiche di poter vivere appieno innumerevoli capolavori. Ecco perché con grande amarezza, se questi rumor si rivelassero veritieri, milioni di giocatori rimarrebbero molto delusi e diverrebbero addirittura acerrimi nemici della casa giapponese, che tanto avevano amato. Se le console attuali fossero davvero così poco potenti, tanto da rendere necessario ed inevitabile il passaggio alla nuova PS4, saremmo stati frodati. Se così non fosse e quella delle prestazioni è solo una scusa per costringerci a mettere nuovamente mano al portafoglio, sarebbe una frode ancora più grave.

Conseguenze di una PS4K: una generazione al risparmio

 

Invitiamo tutti coloro che sono per il “progresso” sempre e comunque a riflettere bene su dove siamo diretti. L’industria videoludica sta assomigliando sempre più a quella smartphone, con servizi aggiuntivi a pagamento, giochi incompleti, nuove versioni di console, di componenti PC ed il fantasma dell’obsolescenza e del calo di prestazioni sempre dietro l’angolo. Si può davvero parlare di progresso in questi casi? A me sembra che rispetto all’era Playstation 2, grafica a parte, non solo non si siano compiuti progressi ma addirittura si siano fatti innumerevoli passi indietro. Nel 2006 acquistavi Mortal Kombat Armageddon con 63 personaggi giocabili, centinaia di ore di gioco a tua disposizione, senza bug ed intoppi vari. Oggi compri Mortal Kombat X con 24 personaggi a 70 euro e spendi ben volentieri altre decine di euro per qualche costume o personaggio in più (e non era neanche tra gli esempi peggiori).
Questa current gen non merita altri che l’appellativo di “anti next gen”. Ha rappresentato per adesso tutto ciò che una nuova generazione di console non deve essere.

È giustificabile la partenza a rilento, qualche porting, ma in questo caso la situazione è completamente sfuggita di mano. Con la sola eccezione di Metal Gear Solid V (che peraltro è cross gen) e The Witcher 3, nessun gioco ha davvero catturato il sottoscritto e nessun gioco ha meritato una promozione a pieni voti. Ecco perché se PS4.5 dovesse diventare realtà sarebbe una sconfitta per l’intero mondo dei videogiochi, che apparirebbe confuso, senza più una visione di fondo ed in balia di sciacalli senza scrupoli ed utenti davvero troppo poco esigenti.

Ciò che passa il convento, ci si accontenta senza esitare e senza rendersi conto che in fondo, sul piatto che ci hanno messo a tavola, c’è roba da fast food che noi incrollabili mentitori a noi stessi trasformiamo in aragosta gourmet. Remaster e porting stanno forse diventando troppi. Sony e gli sviluppatori stanno forse approfittando del fatto che il videogiocatore medio, bramoso di giocare, metterà mano al portafoglio in ogni caso. Ad inizio generazione, i fans di Xbox sono riusciti a far uscire One con strategie di mercato diametralmente opposte rispetto a quelle originariamente prefissate da Microsoft. Mi sa che è il caso di ripetersi: volere è potere.

Giuseppe Donte Carrabba
Chiamato “Donte” per la rivisitazione satirica della Divina Commedia al Liceo. Fondo in quel periodo la C&C Production , gruppo di cortometraggi indipendente assieme al mio amico Carlo. Finita la scuola, scelgo il percorso artistico frequentando e laureandomi all’Accademia di Belle Arti di Napoli in Cinema. Oggi sceneggio cortometraggi, scrivo di e recensisco videogiochi su Nerd Monday e sono impegnato in vari progetti youtube come 3GamersaCaso e The Gentlemen.
Penso che un periodo incerto come quello che stiamo vivendo sia esattamente il migliore per puntare tutto sui propri sogni!

Giuseppe Donte Carrabba
Chiamato "Donte" per la rivisitazione satirica della Divina Commedia al Liceo. Fondo in quel periodo la C&C Production , gruppo di cortometraggi indipendente assieme al mio amico Carlo. Finita la scuola, scelgo il percorso artistico frequentando e laureandomi all'Accademia di Belle Arti di Napoli in Cinema. Oggi sceneggio cortometraggi, scrivo di e recensisco videogiochi su Nerd Monday e sono impegnato in vari progetti youtube come 3GamersaCaso e The Gentlemen. Penso che un periodo incerto come quello che stiamo vivendo sia esattamente il migliore per puntare tutto sui propri sogni!

No comments

Lascia una risposta

Da non perdere

Intervista a Daniele Fabbri

Non dimenticare nulla di importante