Menu

Konami non lascia il mercato console

Di recente Konami ha affrontato tutti le voci di corridoio che la riguardano, a partire dal suo presunto abbandono delle console, per sviluppare solo giochi mobile, fino agli oramai complicati rapporti con Hideo Kojima, sfociati, come ben sappiamo, nella cancellazione di Silent Hills. Una cosa possiamo dirla con certezza: Konami non lascia il mercato console, nè lo lascerà.

In una recente intervista a Nikkei, Hideki Hayakawa, presidente della società, ha detto che le recenti notizie riguardanti lo spostamento del publisher verso il mobile gaming erano “prive del necessario contesto”, confermando che Konami non lascerà il mercato console, ma ad esso affiancherà quello per le piattaforme mobile.

“Konami continuerà ad affrontare la sfida di creare contenuti di intrattenimento per piattaforme differenti”, ha detto Kayakawa. “Non solo per piattaforme mobile, ma anche per le console domestiche, cabinati arcade, giochi di carte, per soddisfare le mutevoli esigenze dei tempi”.

Nuovo sistema di produzione.

 

Konami non lascia il mercato consoleKonami non lascia il mercato console,  e, discutendo dei cambiamenti organizzativi, Hayakawa ha detto che la società ha adottato un sistema centralizzato di divisione della produzione, che è stato implementato per reagire più facilmente ai cambiamenti del mercato.

“L’obiettivo di questa riforma è stato quello di garantire che noi,  nel rapido cambiamento dell’industria dell’intrattenimento digitale, dove le piattaforme ed i nuovi design di gioco modificano costantemente il mercato, siamo in grado di osservare accuratamente le esigenze dei clienti e le nuove tendenze, applicandoci la nostra ormai consolidata tecnologia ed i nostri knowhow in modo rapido ed efficace, con una serie di risposte mirate”.

Per quanto riguarda l’argomento Kojima, Hayakawa si è semplicemente limitata a dire che il creatore di Metal Gear Solid ed il suo team “sono a lavoro nel nuovo sistema di divisione della produzione”. Il tema della divisione con il famoso game designer, data oramai per scontata, non è stato ancora affrontato, ed Hayakawa non si è nemmeno sbilanciato sull’eventuale permanenza di Hideo Kojima in Konami una volta terminati i lavori su Metal Gear Solid V: The Phantom Pain.

Progetti per il futuro: nuovi Metal Gear e Silent Hill.

 

Konami non lascia il mercato consoleNonostante la recente cancellazione di Silent Hills, il nuovo capitolo della saga, che sarebbe stato frutto della collaborazione, appunto, tra Hideo Kojima ed il regista Guillermo del Toro, Hayakawa ha ribadito che i franchise Metal Gear Solid e Silent Hill sono molto importanti per la compagnia.

“Le serie di Metal Gear e Silent Hill, entrambe amate da un numero incalcolabile di fan in tutto il mondo, sono anche estremamente importanti per Konami”, ha detto. “Le abbiamo fatte crescere con cura in tutti questi anni, sin dal momento della loro nascita, ed entrambi i franchise avranno nuovi capitoli”.

Ha continuato: “Attualmente non siamo in condizione di annunciare il percorso che intraprenderanno questi titoli futuri… Il vostro supporto per i nostri sforzi attuali, ed il vostro spronarci a raggiungere vette sempre più alte, sono sempre molto apprezzati”.

Nel mese di Marzo, Konami ha dichiarato di essere a lavoro su un nuovo capitolo della saga Metal Gear, e sta tenendo delle “audizioni per lo staff che ne guiderà lo sviluppo”.

“Konami continuerà a produrre e distribuire contenuti top per le serie Metal Gear dopo Metal Gear Solid V: The Phantom Pain”, ha detto Hayakama. “Vi anticipiamo che vi siamo grati per il vostro supporto continuo a Metal Gear”.

Konami non lascia il mercato console , ma ne esce impoverita.

 

Konami non lascia il mercato console

Possiamo dire, quindi, che Konami non lascia il mercato console , ma anzi, sarà attiva anche sul mobile gaming; ma non possiamo che constare, con molta tristezza, che con buona probabilità Metal Gear Solid V sarà l’ultimo capitolo della saga con Hideo Kojima in cabina di regia.

Come saranno i nuovi capitoli della serie? Saranno belli? Saranno brutti? Come diceva qualcuno, lo scopriremo solo vivendo, ma quello che possiamo dire con sicurezza è che saranno giochi completamente diversi dai loro predecessori, e da questa faccenda, come abbiamo scritto nel nostro editoriale, Konami ne esce pesantemente impoverita.

 

Fonte: Gamespot

Nasce a Torre del Greco nei favolosi anni 80, e scopre sin da subito le sue due grandi passioni: la musica e i videogiochi, e decide di coltivarle entrambe. Anni dopo scopre il giornalismo, e dopo aver scritto per diversi siti web, crea Nerdmonday.

Nasce a Torre del Greco nei favolosi anni 80, e scopre sin da subito le sue due grandi passioni: la musica e i videogiochi, e decide di coltivarle entrambe. Anni dopo scopre il giornalismo, e dopo aver scritto per diversi siti web, crea Nerdmonday.

6 comments

  1. Cripkim 88 scrive:

    Vabe ragazzi, io preferisco cosi, almeno la storia di Konami continua

    • Claudio Albero scrive:

      È un bene che Konami abbia deciso di continuare la produzione di giochi per console, altrimenti, a mio giudizio, sarebbe presto finita nel dimenticatoio.

  2. Seastian Morra scrive:

    chi può saperlo, magari si migliora :-)

  3. Paolo turco scrive:

    Ma non ho capito, quindi da oggi in poi produrrà solo 2 giochi??

    • Michele Longobardi scrive:

      Assolutamente no. I cavalli di battaglia sono Metal Gear Solid e Silent Hill (almeno, speriamo che lo sia ancora), ma produrranno sicuramente altri brand, è nel loro interesse

Lascia una risposta

Da non perdere

Intervista a Daniele Fabbri

Non dimenticare nulla di importante