Menu

Playstation Vita abbandonata da Sony?

Stando alle informazioni riportate da GameIndustry International, Sony sarebbe intenzionata ad abbandonare in maniera definitiva lo sviluppo di giochi su PlayStation Vita, almeno per quanto concerne il mercato occidentale. Il presidente di Sony Computer Entertainment, Andrew House, ha inserito PlayStation Vita e PS Vita TV nella categoria “legacy”.

Il termine Legacy viene adoperato nell’industria videoludica, ma non solo, per definire quelle console o quegli accessori che le aziende decidono di abbandonare perché ormai ritenuti obsoleti. Sony e Microsoft, infatti, hanno indicato con il termine Legacy sia PlayStation 3 sia Xbox 360, nel momento in cui sono state rilasciate PlayStation 4 e Xbox One. Andrew House ha aggiunto che Playstation Vita va forte in Asia, in particolar modo in Giappone. In terra asiatica, quindi, Vita potrebbe rimanere in… vita.

Laureato in Lettere Moderne, appassionato di videogiochi ormai da tanto, troppo tempo. Il suo genere preferito è il survival horror. Adora la saga di Silent Hill

Laureato in Lettere Moderne, appassionato di videogiochi ormai da tanto, troppo tempo. Il suo genere preferito è il survival horror. Adora la saga di Silent Hill

5 comments

  1. Vivo Mario scrive:

    Non vedo il motivo, ammenochè non ci sia un una nuova console portatile in progettazione

  2. Minichini Vincenzo scrive:

    Non mi sembra giusto per chi ha investito su questa console

  3. Davide Norcia scrive:

    Riguardo al fatto di ps vita che va a morire, ho sentito qualcuno parlare di un annuncio di PS5 con un reboot di crash bandicoot, qualcuno ne sa qualcosa?

    • Michele Longobardi scrive:

      Sì, ma si tratta delle solite news con fonti non proprio autorevoli, come insider che spiattellano informazioni senza uno straccio di prova. Già si sa poco, ovviamente, su PS5, figuriamoci su un possibile Crash Bandicoot

  4. Nino D'antello scrive:

    Un reboot di Crash!?! Sarebbe stupendo!!

Lascia una risposta

Da non perdere

Intervista a Daniele Fabbri

Non dimenticare nulla di importante