Menu

Shadow of the Beast sarà un gioco brutale

Shadow of the Beast è un progetto indie che sta cercando di assurgere ad un livello superiore. Il suo sviluppatore Heavy Spectrum ha un team abbastanza piccolo, ma l’ambizione è quella di donare al gioco tali effetti speciali e un livello di fascino visivo da renderlo simile ad un Tripla A.

Il risultato finale sarà curioso; da quel poco che si è visto, Shadow of the Beast si presenta come un titolo dalle meccaniche retro, tornando allo scorrimento laterale dei vecchi platform, unendolo a quelle più recenti. Durante il gioco bisognerà uccidere orde di nemici mostruosi schiacciando convulsamente il tasto d’attacco (pensate a un matrimonio tra God of War e il Prince of Persia originale). Il tutto sarà reso ancor più godibile da dettagli realizzati con tanto amore e panorami suggestivi.

Gli ambienti saranno resi in 3D e il gameplay sarà ”semplice” come quello del titolo uscito nel 1989 (correre a destra, saltare sporgenze, decapitare i nemici), ma ora beneficerà di effetti cinematografici che ostentano la brutalità pura sul display. A volte la telecamera piomberà sui nemici mostrando l‘esecuzione brutale e sanguinolenta del nemico che viene trafitto dagli artigli del protagonista, Aarbron. Dal collo dei nemici fuoriuscirà tanto sangue quando le teste verranno staccate e macchie cremisi sporcheranno la telecamera. Sarà tutto molto grezzo, ma non senza cervello. Il mondo di Karamoon è pregna dei suoi miti della sua storia, che è rappresentata da un’antica civiltà sepolta tra le sabbie di un deserto alieno.

Shadow of the Beast uscirà in esclusiva su Playstation 4, ma la data di rilascio non è stata ancora ufficializzata.

Laureato in Lettere Moderne, appassionato di videogiochi ormai da tanto, troppo tempo. Il suo genere preferito è il survival horror. Adora la saga di Silent Hill

Laureato in Lettere Moderne, appassionato di videogiochi ormai da tanto, troppo tempo. Il suo genere preferito è il survival horror. Adora la saga di Silent Hill

2 comments

  1. HonFire Jù scrive:

    Finalmente, amata brutalità, molto terapeutico

  2. Rosario scrive:

    Promette bene mhuaahahah

Lascia una risposta

Da non perdere

Intervista a Daniele Fabbri

Non dimenticare nulla di importante