Menu

Respawn: indizi su Titanfall 2

Secondo Respawn Entertainment, il prossimo gioco di Titanfall avrà “molti elementi che entusiasmeranno il pubblico”. Abbie Heppe, il community manager dello studio, ha parlato brevemente del nuovo progetto in un’intervista ad ampio raggio concessa di recente a EXL Podcast.

Nonostante non si sia sbilanciata fornendo dettagli, dato che Titanfall 2 non è stato nemmeno annunciato, Heppe ha delineato come il lavorare ad un sequel comporti una certa quantità di vantaggi.

“La cosa bella del lavorare ad un sequel è che abbiamo stabilito quale è il vero nucleo di Titanfall”, ha detto. “Abbiamo le risorse, abbiamo un motore grafico, abbiamo tutte queste cose con cui abbiamo gettato le basi del primo capitolo, e con cui ora possiamo finalmente costruire il secondo. Quindi penso che ci saranno veramente moltissime cose che renderanno entusiasta il nostro pubblico. Questo è tutto quello che posso dirvi”.

Alla domanda riguardo la possibilità di poter vedere, in Titanfall 2, uno story mode ed una campagna single player più approfondite e ad una maggiore varietà di armi, Heppe ha risposto: “Abbiamo ricevuto questo feedback”.

Lo scorso mese, Vince Zampella, co-fondatore di Respawn Entertainment, ha confermato che lo studio è a lavoro su un sequel multipiattaforma di Titanfall, facendo quindi capire che Titanfall 2 arriverà sia su Xbox One che su Playstation 4. Zampella aveva anche aggiunto che Respawn Entertainment ha formato un secondo team interno, di piccole dimensioni, per lavorare a “piccoli progetti esplorativi”.

Quali siano questi progetti, non ci è dato saperlo, ma possiamo decisamente dire che Respawn ha in serbo grosse novità, che potrebbe anche non limitarsi soltanto a Titanfall 2, ma potrebbero addirittura estendersi a nuove IP.

Nasce a Torre del Greco nei favolosi anni 80, e scopre sin da subito le sue due grandi passioni: la musica e i videogiochi, e decide di coltivarle entrambe. Anni dopo scopre il giornalismo, e dopo aver scritto per diversi siti web, crea Nerdmonday.

Nasce a Torre del Greco nei favolosi anni 80, e scopre sin da subito le sue due grandi passioni: la musica e i videogiochi, e decide di coltivarle entrambe. Anni dopo scopre il giornalismo, e dopo aver scritto per diversi siti web, crea Nerdmonday.

2 comments

  1. Marco Apicella scrive:

    Staremo a vedere

  2. Renato Domenico scrive:

    interessante

Lascia una risposta

Da non perdere

Intervista a Daniele Fabbri

Non dimenticare nulla di importante